Italiano | English A A A | site map
menu ≡

VI-GRADE

Il supporto dell’Acceleratore di Impresa per l’avvio di azioni ed interventi mirati su specifiche priorità ed esigenze strategiche dell’impresa

L’azienda
VI-Grade Srl, società italo-tedesca con sede tecnica a Tavagnacco e sedi commerciali in Germania, Giappone e Stati Uniti, è leader mondiale nelle tecnologie di simulazione al computer per lo sviluppo dei veicoli. E’ stata fondata all'inizio del 2006 come spin-off company della MSC Software, azienda leader mondiale nel campo delle tecnologie di Virtual Product Development (VPD) e di software per simulazioni, servizi e sistemi, utilizzate da aziende di tutto il mondo per risparmiare tempo e ridurre i costi di progettazione e di verifica dei prodotti.
VI-Grade può contare su una lunga esperienza legata a numerosi progetti di ricerca nel campo della simulazione del movimento dei veicoli con le Università di Perugia, Padova, Firenze e con il Politecnico di Milano. VI-Grade vanta un parco clienti del calibro di Ferrari e Ducati Corse. A Tavagnacco lavorano una decina di ricercatori specializzati in ingegneria meccanica, elettronica, controllistica, aeronautica, informatica, capaci di sviluppare programmi di calcolo in grado di simulare il comportamento di sistemi meccanici complessi.
L’esperienza di VI-Grade rappresenta un caso eccellente che Friuli Innovazione ha deciso di supportare attraverso l’Acceleratore di Impresa, una nuova iniziativa che consente di avviare rapidamente azioni ed interventi mirati su specifiche priorità ed esigenze strategiche dell’impresa.

L’esigenza
VI-Grade sviluppa programmi di simulazione avanzati per la dinamica di veicoli terrestri, aerei e marini, offrendo delle soluzioni innovative per la previsione del comportamento operativo di tali sistemi in un ambiente computazionale virtuale.
Questo settore è in forte espansione a livello mondiale. Fra pochi anni infatti nessuna industria automobilistica costruirà più prototipi e ridurrà drasticamente il numero delle costosissime prove su strada con le macchine “camuffate”. Tutte le verifiche in condizioni operative del veicolo saranno simulate al computer con una riduzione di costi e di tempi senza paragone.
La strategicità del business e la sua valenza internazionale, nonché l’importanza delle imprese clienti e l’opportunità che lo sviluppo dell’impresa avrebbe potuto significare, ha portato Friuli Innovazione a decidere di supportare lo sviluppo dell’impresa attraverso il nuovo servizio dell’Acceleratore, istituito proprio nel 2007.
In particolare l’esigenza di VI-Grade era duplice: da un lato incrementare la visibilità dell’impresa a livello locale, non tanto per incentivare il business bensì per sviluppare le relazioni con altre imprese del territorio finalizzate alla creazione di nuove partnership e collaborazioni; dall’altro lato trovare due ingegneri da inviare per qualche mese presso un’azienda cliente in vista dello sviluppo di un nuovo software.

La soluzione
Friuli Innovazione ha iniziato a supportare l’impresa attraverso l’organizzazione del convegno “Tecnologie innovative per la prototipazione virtuale e testing - I vantaggi offerti dalle nuove frontiere della simulazione meccanica”, che si è tenuto il 24 aprile 2007 al Parco Scientifico e Tecnologico di Udine. Il convegno è stato un evento di grande successo che ha attratto numerose imprese regionali.
A seguire, Friuli Innovazione ha coinvolto VI-Grade nell’ambito del progetto “ICT e Hi-Tech: dalle tecnologie attuali a quelle del futuro”, presentato a valere sulla LR 26/2005 e finanziato dalla Regione FVG, che, tra gli altri, aveva l’obiettivo di sviluppare ricerca applicata nel settore della prototipazione virtuale. Nell’ambito di questo progetto, sono stati selezionati due ricercatori che, al termine dell’iniziativa, sono stati inseriti nello staff di VI-Grade.
In collaborazione con Friuli Innovazione, VI-Grade ha anche presentato il progetto “Driving Simulator” a valere sulla LR 4/05 per lo sviluppo di un “simulatore di guida” che elabori, in forma virtuale, le tecniche per migliorare la sicurezza stradale. Il progetto è stato finanziato ed è in fase di chiusura nel 2011.
Infine VI-Grade è stata coinvolta nel progetto “FVG-R2B”, presentato da Friuli Innovazione a valere sulla LR 26/05. Il progetto, che prevede l’avvio di azioni sistematiche di collaborazione tra mondo della Ricerca e mondo dell’Impresa in Friuli Venezia Giulia, che siano in grado di produrre risultati tangibili per le imprese, sia in termini di accresciuta competitività, sia in termini di avvio di nuove imprese, è stato finanziato dalla Regione FVG.
Queste collaborazioni hanno predisposto le condizioni operative per la realizzazione di un centro di eccellenza dedicato allo sviluppo di ricerche e applicazioni per la simulazione e alla formazione delle relative competenze. Il centro di eccellenza, che in una prima fase avrà sede presso i locali di VI-Grade, è stato inaugurato a inizio 2011. In parallelo è stato attivato un assegno di ricerca per lo sviluppo di un modello percettivo da utilizzare per il progetto di un algoritmo di cueing predittivo, in collaborazione con l’Università di Padova.

Sempre con l’obiettivo di incrementare la visibilità dell’impresa e del settore, il 15 febbraio 2008 è stato organizzato nell’ambito di InnovAction 2008 un nuovo convegno “Realtà e simulazione: mondi in avvicinamento”. VI-Grade nel 2008 ha partecipato alla fiera dell’innovazione all’interno dello stand di Friuli Innovazione.
Friuli Innovazione ha lavorato in più occasioni per tentare di incrementare i rapporti tra VI-Grade e l’ateneo friulano per valorizzare i talenti espressi dalle facoltà scientifiche.
In particolare, al fine di far convergere l’attenzione di studenti, laureandi e docenti verso il settore della simulazione e di conseguenza di formare nuove professionalità del settore, il 19 febbraio 2008, sono stati organizzati presso i locali dell’Università di Udine due incontri: uno con i docenti e ricercatori dell’Ateneo e uno con studenti, laureati, laureandi e dottorandi in particolare delle discipline scientifiche (matematica, fisica, informatica, ingegneria). Agli incontri hanno partecipato l’allora rettore dell’Università di Udine, Furio Honsell, il direttore di Friuli Innovazione Fabio Feruglio e il direttore tecnico di VI-Grade, Diego Minen. L’incontro con i ragazzi è quello che ha suscitato il più grande interesse.
Il 4 e 5 novembre 2008 si è tenuta a Udine la 2a User’s Conference di VI-Grade, organizzata da Friuli Innovazione.
Si è trattato di una grande opportunità per condividere idee e discutere sulle nuove frontiere della simulazione virtuale assieme ad esperti del settore e clienti che utilizzano queste tecnologie. La sessione plenaria della conferenza è stata affiancata da specifici workshop paralleli su Vehicle Dynamics, Motorcycles, Aircraft, Rail, Adams/Engine, Adams/Car in modo da offrire un’analisi approfondita delle varie tematiche e dare agli utenti uno spazio per confrontarsi sulle nuove opportunità di sviluppo del software.
La User’s Conference è stata preceduta il 3 novembre 2008 da una conferenza stampa a cui hanno partecipato, oltre all’ing. Minen di VI-Grade, il rettore dell’Università di Udine Cristiana Compagno, il Presidente e il Direttore di Friuli Innovazione prof. Furio Honsell e ing. Fabio Feruglio e il Presidente del Distretto delle Tecnologie Digitali prof. Mario Pezzetta.

I risultati
VI-Grade, grazie a questa esperienza, ha incrementato il personale, assumendo due persone, è entrata a far parte del Distretto delle Tecnologie Digitali, ha velocizzato la creazione del centro di eccellenza sulla simulazione, ha ottenuto finanziamenti regionali a valere sulla LR 4/05, ha raggiunto una notevole visibilità, venendo in contatto con molte imprese locali.

I partner
Friuli Innovazione – Centro di Ricerca e di Trasferimento Tecnologico
Partner che ha supportato lo sviluppo di VI-Grade promuovendo i rapporti con l’Università degli Studi di Udine, facilitando l’accesso a finanziamenti regionali e aumentandone la visibilità a livello locale