Italiano | English A A A | site map
menu ≡

La storia

1999 – è l'anno della nostra nascita. Nello stesso anno, grazie al nostro contributo, prende avvio il primo spin off accademico in Regione

2001 – partecipiamo a Sister, progetto regionale per la creazione di un sistema permanente funzionale al trasferimento tecnologico

2002 – aderiamo a Campus One, progetto per la formazione dei neolaureati. Nello stesso anno, avviamo insieme con l’Università di Udine e Labiotest srl, il LOD, Laboratorio di Olfattometria Dinamica, primo laboratorio misto università-impresa specializzato nella misurazione, caratterizzazione e controllo degli odori in conformità alla norma UNI EN 13725:2004 e successivamente il CRISP, Centro di Ricerca sull’ Inquinamento e lo Sviluppo dei Processi, specializzato nella gestione e nella valutazione ambientale.

2004 – si inaugura il Parco Scientifico e Tecnologico, avviamo un nuovo progetto di trasferimento tecnologico per Friulprint srl che porterà alla realizzazione nel 2006 di un innovativo impianto di fitodepurazione.

2005 – un anno fondamentale per la nostra operatività: prende avvio Techno Seed, il primo incubatore d’impresa in Regione specializzato nella creazione di imprese ad alto contenuto tecnologico nel settore dell’ICT (Information Communication Technology); siamo l’unico partner italiano del progetto interregionale Corinna ”Cooperation of Region for Innovation”, destinato a promuovere la collaborazione delle regioni di confine Slovenia, Austria e Ungheria nell’innovazione tecnologica; accogliamo il primo insediamento nel Parco e attiviamo i servizi di Spazio Impresa per imprese, enti pubblici, ricercatori e giovani laureati. Diventiamo, in breve, un nuovo interlocutore nella diffusione dell’innovazione tecnologica e della cultura d’impresa nella nostra Regione.

2006 – nasce l’Istituto di Genomica Applicata di cui siamo partner con l’Università di Udine e quattro ricercatori; prende avvio il Laboratorio di Metallurgia e Tecnologia delle Superfici e dei Materiali Avanzati; partecipiamo al progetto Polo Formativo ICT, finanziato dalla Regione per sviluppare ed elevare l’offerta di formazione e istruzione tecnica superiore nell’ICT. Prendiamo parte al progetto InnovarèImpresa, finanziato dal Fondo Sociale Europeo per la promozione dell’innovazione all’interno delle PMI tramite l’inserimento di competenze dedicate alla ricerca e innovazione.

2007 – riceviamo l’Award di Qualità per i nostri progetti Techno Seed e Corinna nell’ambito di “Sfide: dalla buona pratica alla buona amministrazione”, l’iniziativa per la valorizzazione e lo sviluppo del territorio promossa a livello nazionale da Forum PA e dal Dipartimento per lo Sviluppo delle Economie Territoriali della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Con Techno Seed entriamo in Achieve, il network europeo che accoglie oltre una ventina tra i migliori incubatori di imprese ICT. Nello stesso anno, partecipiamo a Domotica FVG, il progetto che per la prima volta vede coinvolti insieme i quattro parchi scientifici e tecnologici della Regione e incentiva la collaborazione tra imprese e ricerca per lo sviluppo di nuovi modelli e prototipi domotici. Diamo vita a Techno Growth, l’acceleratore di impresa al servizio di quelle piccole e micro imprese high tech che vogliono crescere d’impulso. Da questa iniziativa prende avvio un nuovo progetto per sviluppare un centro di eccellenza sulle tecnologie virtuali di prototipazione e test. Avviamo le nostre attività nel settore legno, proponendo progetti a livello europeo e regionale. Infine, partecipiamo al progetto europeo IMPROVE, creato per il sostegno delle PMI nella gestione dell’innovazione. Progettiamo e realizziamo questa nostra prima presentazione e molte nuove e ambiziose iniziative.

2008 - otteniamo da parte di Rina Spa la certificazione di conformità del Sistema di gestione ambientale e del sistema di gestione per la sicurezza in conformità alle norme internazionali OHSAS 18001:2007 e ISO 14001:2004. Promuoviamo la costituzione del Comitato Regionale APRE, che riunisce i soci APRE regionali, per condividere le attività di diffusione delle opportunità di finanziamento offerte dai programmi di ricerca europei. Aderiamo alla rete Euroffice (EOS) entrando a far parte di un network a valenza europea e internazionale. Avviamo nuovi progetti di sostegno alla nuova imprenditorialità: il progetto regionale IN-FVG, che mira a individuare potenziali idee imprenditoriali ad alto contenuto innovativo e supportarne lo sviluppo sul territorio regionale, e il progetto europeo Exe Prize – Erasmus per Giovani Imprenditori che punta a realizzare azioni di scambio tra imprenditori emergenti e imprenditori affermati di tutti gli Stati membri dell’Unione Europea. Avviamo inoltre il progetto Interreg Italia-Austria Tri ICT che promuove la collaborazione transfrontaliera tra imprese friulane e carinziane nel settore ICT.

2009 - partecipiamo alla costituzione del Distretto delle Tecnologie Digitali (DITEDI), nato ufficialmente il 12 febbraio 2009, svolgendo un ruolo primario nella fase organizzativa e realizzativa. La Regione FVG ci assegna il ruolo di coordinamento del gruppo di lavoro dei Parchi Scientifici e Tecnologici regionali che ha il compito di armonizzare e rendere più efficaci gli interventi a sostegno della competitività del territorio. Aderiamo alla nuova edizione (2009-2011) del POLO formativo ICT, finanziato dalla Regione FVG per sviluppare e ampliare l’offerta di formazione tecnica e superiore nel settore ICT. Partecipiamo alla seconda fase del Programma europeo Erasmus per Giovani Imprenditori, ottenendo l’approvazione del progetto Exe More (2010-2011). Diamo ulteriore impulso al Progetto di ampliamento del Parco acquisendo un nuovo lotto di terreno che estende la superficie complessiva a circa 65 mila mq. Nello stesso anno diamo avvio alla fase di progettazione esecutiva

2010 - Sergio Cecotti è nominato nuovo Presidente di Friuli Innovazione. Si conclude il progetto “Strategie Coll@borative e creazione del valore” che ha indagato le dinamiche organizzative di alcune imprese regionali e il loro grado di utilizzo delle tecnologie collaborative web 2.0. Avviamo un programma di “staff exchange” con il Research & Development Park dell’Università dell’Ontario (Canada), ospitando al Parco la responsabile del coordinamento progetti. Partecipiamo, in partnership con imprese, università e altri centri di ricerca, ai bandi regionali POR FESR 2007-2013 per il finanziamento di progetti di ricerca industriale nei settori della cantieristica navale e nautica da diporto, domotica e biomedicina molecolare, ottenendo l’approvazione di 6 nuovi progetti che avviamo entro la fine dell'anno. Cresce la collaborazione tra le imprese e il Laboratorio di Metallurgia e Tecnologia delle Superfici e dei Materiali Avanzati anche con la sottoscrizione di convenzioni e accordi quadro per sviluppare insieme attività di ricerca e analisi. Si conclude l’iter per l’assegnazione dei lavori di Ampliamento del Parco Scientifico con l’aggiudicazione dell’appalto per la costruzione dei 3 nuovi edifici previsti dal piano e l’avvio dei lavori che dovrebbero concludersi nel 2012.

2011 – Inauguriamo a Tavagnacco il Centro di Eccellenza sulla Simulazione (VI-SimCenter) di VI-grade con cui collaboriamo dall’inizio del 2007. A marzo il nostro incubatore Techno Seed, già annoverato nell’elenco delle realtà eccellenti dal Ministero per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione, viene insignito del premio europeo ACHIEVE MORE AWARD che testimonia l’efficienza del modello di supporto all’imprenditorialità friulano. La Regione FVG finanzia la prima annualità del progetto FVG R2B – Ricerca per la competitività dell’Impresa, dedicato al trasferimento tecnologico e al supporto di nuove startup. A settembre partecipiamo per la prima volta alla Notte Europea dei Ricercatori, grazie al progetto REBOUND vinto insieme all’Università di Udine. Nel 2011 si rinforzano i rapporti con la Serbia, con cui sviluppiamo i progetti INCO, insieme alla Camera di Commercio di Udine e di Belgrado e Vojvodina Metal Cluster che ci vede nel ruolo di portatori di know-how insieme al Laboratorio di Metallurgia e Tecnologia delle superfici e dei materiali avanzati. Avviamo anche il progetto regionale Re-Freedom e il progetto europeo Clustrat finanziato nell’ambito del programma di cooperazione transnazionale Central Europe.

2012 – Iniziano i lavori di Ampliamento del Parco Scientifico con l’evento di posa della prima pietra per la costruzione di 3 nuovi edifici che avranno una superficie complessiva di 3.700 mq e saranno realizzati all’insegna del rispetto per l’ambiente e del risparmio energetico. Lanciamo il concorso Spazio alle Idee che offre una sede gratuita per un anno e i servizi di supporto di Techno Seed alla migliore idea di impresa, che risulta essere CREAA. Nel frattempo vinciamo numerosi progetti di cooperazione, ricerca e sviluppo. Nel 2012, infatti, avviamo ben 6 progetti europei: Adria-hub (IPA Ariatico), Shartec e IPforSMEs (Interreg IV Italia-Slovenia), CEEM (Central Europe), Inco-Net (Interreg IV Italia-Austria) e Gymnasium IV, la quarta iniziativa di Friuli Innovazione finanziata nell’ambito del programma Erasmus per giovani imprenditori. A questi si aggiungono anche 3 progetti regionali: Estamos, sulla mobilità green, D.NAMICA in ambito biomedicale e Re-Seed dedicato alla nascita di spin off accademici.

2013Cristiana Compagno è la nuova presidente di Friuli Innovazione. Lo sportello APRE Friuli Venezia Giulia - Udine da noi gestito vince il premio annuale come miglior sportello d’Italia per aver saputo coordinare in modo esemplare il tavolo di lavoro APRE regionale. In aprile il Parco scientifico è la prima realtà della ZIU ad avere la fibra ottica per la banda larga. A luglio Techno Seed è il secondo incubatore d’impresa in Italia a ottenere la certificazione ai sensi del D.L. n. 179/2012. A settembre un grande evento a cui partecipano più di 500 persone viene organizzato per inaugurare i nuovi edifici e il completamento del progetto di Ampliamento del Parco Scientifico. Sul fronte delle attività nel 2013 si concludono i tre progetti di ricerca in ambito domotico LAK – con un evento organizzato a Milano per la stampa nello showroom Snaidero - , Re-Freedom e EasyMob; viene organizzato il primo PhD Expo in collaborazione con il corso di dottorato di Ricerca in Ingegneria Industriale e dell’Informazione dell’Università di Udine; viene assegnato un premio di tesi di laurea per uno studio sulla reputazione del Parco scientifico e tecnologico di Udine, che ha intervistato sia le imprese del settore manifatturiero di tutte e quattro le province del Friuli Venezia Giulia, sia i principali stakeholder (amministratori regionali, vertici di associazioni di categoria, esponenti del mondo della ricerca pubblico e privato, mass media).

2014 – Iniziano a popolarsi i nuovi edifici del Parco. Il Laboratorio di Metallurgia e Tecnologia delle Superfici e dei Materiali Avanzati vi si trasferisce, lasciando la sede di via Sondrio; gli spazi dell’incubatore, compreso l’open space per la pre-incubazione sono quasi sempre al completo. Durante l’anno siamo molto impegnati nella conclusione di diversi progetti di ricerca, sviluppo e cooperazione, sia nazionali che internazionali, mentre riceviamo notizia del finanziamento di Gymnasium VI (è ormai dal 2009 che Friuli Innovazione è l’unico ente intermediario in Friuli Venezia Giulia per il programma Erasmus per giovani imprenditori) e del progetto StartupFVG. Si consolidano i rapporti internazionali con istituzioni e stakeholder del sistema dell’innovazione in particolare di Austria e Slovenia, tanto che viene formalizzato di un accordo trilaterale tra regione Friuli Venezia Giulia, Land della Carinzia e Repubblica di Slovenia per la creazione di un ecosistema transfrontaliero favorevole alle startup innovative anche provenienti da Paesi extra UE. Il prof. Guido Nassimbeni prende il posto di Cristiana Compagno alla guida di Friuli Innovazione.

2015 – La parlamentare europea Isabella De Monte fa visita al Parco scientifico e tecnologico. Viene formalizzata un’alleanza tra Unicredit e l’incubatore certificato d’impresa Techno Seed, per offrire alle giovani imprese innovative gli strumenti giusti per crescere, sia sotto il profilo del coaching e del training manageriale sia per quanto riguarda il supporto finanziario. Inauguriamo in uno dei nuovi edifici l’area co-working e diamo avvio allo sportello ICTDigitalLaw. In collaborazione con l’Università di Udine avviamo il corso di perfezionamento post laurea “Imprenditorialità e management di startup e di progetti di innovazione”. Insieme ad alcune imprese insediate al Parco scientifico e tecnologico decidiamo di fare un esperimento di marketing virale per promuovere il valore sociale dell’innovazione e cercare di raccontare a pubblici non usuali per Friuli Innovazione qual è la missione del Parco e lo scopo delle startup che ci lavorano. Chiamiamo questa iniziativa #ilpostogiusto e coinvolgiamo gli acconciatori del Friuli Venezia Giulia come nostri testimonial.