Italiano | English A A A | site map
menu ≡

Laboratorio dei Materiali Avanzati

Il Laboratorio è a disposizione delle aziende per progetti di ricerca applicata e sviluppo pre-competitivo nel settore della metallurgia, della tecnologia delle superfici e dei materiali avanzati. La competenza e il valore aggiunto della collaborazione con il Dipartimento di Chimica fisica e ambiente dell'Università degli Studi di Udine ne fanno inoltre luogo di formazione tecnica e scientifica per il personale destinato a svolgere attività di sviluppo nell’industria metallurgica come nell’ambito dei rivestimenti superficiali e dei materiali compositi.
Il laboratorio è suddiviso in 2 sezioni:  

  • la sezione "caratterizzazione e analisi" svolge indagini sulla composizione chimica e sulle principali caratteristiche morfologiche e microstrutturali di materiali e leghe metalliche, sia a livello di superficie che di struttura interna dei materiali.
  • la sezione “prove di durabilità” è attrezzata con macchine adatte alla esecuzione di prove meccaniche e meccano-chimiche per valutare il comportamento in esercizio dei materiali metallici o componenti meccanici, con particolare attenzione allo studio di particolari fenomeni di degrado quali fatica, usura, ossidazione, corrosione e fenomeni combinati.

 

Tutte le sezioni sono dotate di strumentazione scientifica all'avanguardia, in grado di consentire indagini chimiche e microstrutturali anche a definizione nanometrica e di svolgere prove di resistenza meccanica e chimica complesse su componenti. 

Caratterizzazione ed analisi Prove di durabilità
A - Laboratorio preparazione campioni

B - Laboratorio di microscopia
  • Microscopio stereoscopico
  • Microscopio metallografico
  • Analisi di immagine
  • Microscopio elettronico a scansione con Microanalisi EDXS e Microsonda EBSD

C- Laboratorio analisi di superficie
  • Microscopio a forza atomica
  • Analizzatore GDOES
  • Rugosimetro / Profilometro
A - Laboratorio prove meccaniche
  • Macchina MTS per
  • - prove a trazione fino al 1000°C
    - prove di fatica fino al 1000°C (HCF e LCF)
    - prove di flessione (in 3/4 punti)
    - per prove CTOD (Crack Tip Open Displacement) o meccanica della frattura (range di temperature 315°C fino a -100°C)
    • Microdurometro

    B - Laboratorio prove meccano-chimiche
    • Macchina per prova usura a caldo

 

L'attuale dotazione di strumentazione sarà potenziata con nuovi investimenti di attrezzature per lo sviluppo del filone “Materiali e energia per l’alta temperatura”.

 

Responsabile scientifico:

Prof. Lorenzo Fedrizzi - Università degli Studi di Udine (Dip. di Chimica Fisica Ambiente)

Tel: 0432/558839

E-mail: lorenzo.fedrizzi@uniud.it