Italiano | English A A A | site map
menu ≡

Da India, Grecia e Turchia interesse per le sedie del 100% Made in FVG

Stampa questa pagina Invia questa pagina Facebook Twitter

20/12/2008

Interesse hanno suscitato i 5 modelli elaborati nell’ambito del progetto filiera della Sedia 100% made in Fvg che Friuli Innovazione sta perseguendo con l’obiettivo di avvicinare il mondo della ricerca alle realtà imprenditoriali del settore. Dopo il salone internazionale della Sedia, sono arrivare infatti interessanti e promettenti proposte soprattutto da Grecia e Turchia per la poltroncina in legno e pelle e dall’India per la poltroncina dorata. La notizia è stata diffusa dal direttore di Friuli Innovazione Fabio Feruglio nel corso di un incontro al Parco scientifico con i rappresentanti delle categorie, del Distretto della sedia e della Regione. Erano presenti i presidenti dell’Asdi Renato De Sabbata, di Promosedia Matteo Tonon, Alessandro Calligaris per Confindustria Udine, Lucia Piu per l’Api, Luca Nardone e Francesco Beltrame per Confartigianato Udine, Paolo Balotto per il Catas, Alberto Pertoldi per Cna Udine e la dott.ssa Anna Franco in rappresentanza della Direzione Centrale Attività Produttive della Regione Fvg. “Considerando che si tratta di 5 prototipi non ancora in produzione – ha detto Fabio Feruglio – le manifestazioni di interesse che sono giunte sono più che confortanti ed evidenziano come sia possibile raggiungere risultati d’eccellenza anche nel design mettendo in rete le conoscenze di artigiani, industriali, designer, architetti e sperimentando, grazie a Friuli Innovazione e all’Università, un nuovo modello di sviluppo sia dei prodotti sia dei processi”.

Soddisfatta Romina Kocina, coordinatrice dell’iniziativa, che ha illustrato i risultati del progetto, avviato alla fine del 2007 in collaborazione con l’Università di Udine e al quale hanno partecipato 6 imprese artigiane ciascuna specializzata in una diversa fase di lavorazione del legno: Forsed (nell’assemblaggio delle parti componenti la sedia), Leatherland (tappezzeria), Levigatura Musig e Romanutti Legno (essiccazione legno), Alema (piallatura) e la Segheria Rosa. “I 5 prototipi che sono stati esposti con successo al Salone internazionale della Sedia – ha spiegato Kocina che ha ringraziato l’arch. Marco Baldanello per la collaborazione – sono il frutto di una ricerca di mercato, di un’analisi della filiera”.

Ora, conclusa la prima parte del progetto, si sta programmando operativamente la seconda fase, per massimizzare il trasferimento delle conoscenze e dell’esperienza sviluppata e ampliare le aree di intervento a supporto della competitività delle piccole imprese. “Friuli Innovazione – ha aggiunto il direttore Feruglio – auspica che insieme alle imprese, nella seconda fase progettuale ci sia un forte interesse e una diretta partecipazione anche da parte dei rappresentanti delle categorie e degli specialisti del settore intervenuti alla riunione”.

Home page