Italiano | English A A A | site map
menu ≡

Distretto digitale, ecco le aree di intervento

Stampa questa pagina Invia questa pagina Facebook Twitter

10/02/2009

In attesa della costituzione ufficiale dell’Asdi, i soci che hanno dato vita al Distretto delle Tecnologie Digitali, si sono nuovamente incontrati per definire e approvare iniziative, progetti, priorità, aree di intervento. Per stabilire insomma da subito le cose da fare al fine di presentare il piano triennale alla Regione entro l’1 marzo come previsto dalla legge regionale. Così al Parco scientifico di Udine, si sono incontrati, coordinati dal direttore di Friuli Innovazione Fabio Feruglio, i sindaci di Tavagnacco Mario Pezzetta e di Reana Edi Colaoni, l’assessore al comune di Udine Paolo Coppola, l’assessore alla Provincia di Udine Mario Virgili, Fabiano Zuiani per la Camera di commercio di Udine, Fabio Bottega in rappresentanza della Tecnoteca, una delle imprese Ict che hanno aderito al progetto assieme a VI Grade, Infofactory, Cogito e Sava.

In un clima di fattiva collaborazione sono state individuate le aree di intervento del Distretto e successivamente, per ognuna di esse, le iniziative progettuali. Sono sei le aree di intervento. Eccole, in ordine di importanza. Al primo posto sono state indicate le infrastrutture; seguono lo sviluppo di impresa; il consolidamento del settore; i servizi, l’internazionalizzazione; e la ricerca & sviluppo. Nell’ambito dell’area infrastrutture, sono state individuati come prioritari i progetti di diffusione della banda larga e l’insediamento delle imprese; per l’area sviluppo delle imprese prioritarie sono state considerate le iniziative legate alla formazione e all’accesso ai finanziamenti; per quanto riguarda l’area consolidamento del settore, ovvero iniziative a favore di imprese già esistenti, sono stati individuati come progetti prioritari la ricerca di momenti di integrazione con la messa in rete delle aziende, la fusione o la concentrazione delle imprese, la realizzazione di un marchio del Distretto. Alla voce servizi è stata sollecitata la creazione di centri di servizi, mentre l’area Internazionalizzazione prevederà iniziative per l’attrazione di grandi player del settore e per il supporto all’internazionalizzazione delle imprese del Distretto. R&S: creazione di laboratori, centri di competenza e di un osservatorio sull’andamento delle tecnologie, sviluppo di nuove applicazioni e tecnologie.

Home page