Italiano | English A A A | site map
menu ≡

Friuli Innovazione e Università in soccorso al settore del legno

Stampa questa pagina Invia questa pagina Facebook Twitter

26/01/2009

Tornano a impegnarsi a favore del settore del legno Friuli Innovazione e l’Università di Udine. Dopo il successo ottenuto dal progetto Filiera della Sedia 100% made in Fvg e dai 5 modelli di sedie sviluppati che hanno suscitato l’interesse di alcuni compratori internazionali, ora si concentrano sulla riduzione dei costi di produzione per le imprese attraverso l’abbattimento di inquinanti e l’analisi nei processi di lavorazione. Lo annunciano il direttore di Friuli Innovazione Fabio Feruglio e il prof. Alessandro Trovarelli, direttore del Dipartimento di scienze e tecnologie chimiche dell’Università di Udine, promotore e direttore scientifico del progetto, la cui presentazione si svolgerà venerdì 30 gennaio alle 14.30, nell’auditorium del Dipartimento di scienze e tecnologie chimiche dell’Università di Udine in via Cotonificio 108.

Il progetto, “caratterizzazione e abbattimento di inquinanti e analisi del rischio nei processi di lavorazione del legno”, presentato nell’ambito dell’accordo di programma Quadro tra Regione e Consiglio dei ministri e finanziato con 690.000 euro in tre anni grazie ai Fondi Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica), ha infatti sviluppato attività di ricerca nel settore della sicurezza ambientale e di processo occupandosi di analisi, caratterizzazione e rimozione di inquinanti e polveri derivanti dai processi di lavorazione del legno e di analisi del rischio e della sicurezza dovuta all’esposizione.
Cinque, in particolare, i temi sviluppati: lo studio della dinamica e della dispersione di particolato e fibre di legno; lo sviluppo di materiali filtranti per la rimozione di formaldeide a bassa temperatura da processi di lavorazione e finitura di materiali legnosi e da ambienti chiusi; l’attivazione di un laboratorio di ricerca sul rischio di incendio ed esplosione nel comparto del legno e del mobile; la caratterizzazione chimico-fisica delle vernici da legno e correlazione con le emissioni di VOC e performance qualitativa del prodotto; il monitoraggio epidemiologico negli addetti all’industria del legno e del mobile. Tutti temi in grado di portare alle imprese benefici nella gestione degli aspetti ambientali e di sicurezza che rappresentano uno degli elementi di maggior criticità nello sviluppo di processi del comparto legno.

Al seminario interverranno, oltre al direttore Fabio Feruglio, il prof. Alessandro Trovarelli Direttore del Dipartimento di Scienze e Tecnologie chimiche dell’Università degli studi di Udine, il prof. Alfredo Soldati, del Dipartimento di energetica e macchine, che parlerà di caratterizzazione del particolato e della sua dinamica: trasporto e abbattimento, la dott.ssa Loredana De Rogatis e l’Ing. Davide Menotti del Dipartimento di scienze e tecnologie chimiche che parleranno dello sviluppo di materiali per la rimozione di formaldeide a bassa temperatura e di caratterizzazione chimico-fisica delle vernici da legno e correlazione con la performance qualitativa del prodotto, e il prof. Fabio Barbone del Dipartimento di patologia e medicina sperimentale e clinica che tratterà di epidemiologia del cancro del naso, seni paranasali e rinofaringe e della possibile relazione con esposizioni a formaldeide e polvere di legno.

Per iscrizioni clicca qui

Home page