Italiano | English A A A | site map
menu ≡

Friuli Innovazione vince il progetto UE Eurosyn

Stampa questa pagina Invia questa pagina Facebook Twitter

06/10/2016

E’ partito ufficialmente in questi giorni l’ultimo progetto europeo vinto in ordine di tempo da Friuli Innovazione. Eurosyn è un’iniziativa finanziata dal programma europeo per la ricerca Horizon2020 che, oltre al capofila friulano, coinvolge anche un’agenzia austriaca e una greca, tutte dedicate al supporto dell’imprenditorialità attraverso l’introduzione di innovazione per aumentare la competitività dei rispettivi territori.

Il progetto durerà un anno e servirà a mettere a confronto le esperienze dei soggetti del consorzio e quelle esistenti in altri Paesi dell’UE sul tema delle sinergie tra fondi (europei, nazionali, regionali) per la ricerca, lo sviluppo e l’innovazione a disposizione delle imprese.

Un tema di grande attualità e interesse per i policy maker, che Friuli Innovazione ha già affrontato nel proprio ruolo di sportello dell’Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea (APRE).

Da gennaio 2016, infatti, in collaborazione con AREA Science Park di Trieste (sede dell’altro sportello APRE regionale) guida un gruppo di lavoro nazionale per analizzare modalità messe in atto nelle singole regioni italiane per armonizzare e coordinare l’uso dei fondi di investimento strutturali europei (ovvero quelli gestiti dalle regioni stesse attraverso i Programmi Operativi - POR) e dei fondi Horizon 2020, gestiti invece direttamente dalla Commissione Europea.

Il risultato del lavoro svolto per APRE è un documento che è stato presentato a Roma all’assemblea nazionale dell’Associazione, che lo porterà all’attenzione dei Ministeri competenti.

L’obiettivo che Friuli Innovazione si pone per il futuro è quello di continuare a lavorare per proporre alla Regione Friuli Venezia Giulia soluzioni all’avanguardia su questo tema, per migliorare e ottimizzare gli investimenti in ricerca e sviluppo fatti dalle imprese nell’ottica di riuscire a concretizzare le opportunità identificate dalla Strategia di Specializzazione Intelligente.

Lo scopo è quello di mettere a disposizione delle amministrazioni regionali – in primis quella del FVG - un utile strumento di lavoro per aumentare l’impatto di utilizzo dei fondi, come raccomandato dall’UE e già fatto in modo efficace in altri Paesi.

Home page