Italiano | English A A A | site map
menu ≡

Giornata ICT: l'Assessore Rosolen al Parco "La Regione investirà nel comparto Ict"

Stampa questa pagina Invia questa pagina Facebook Twitter

17/06/2008

“La Regione investirà nell’Ict, comparto di grande prospettive sul quale effettuerà una serie di riflessioni per comprendere obiettivi e strategie, analizzare i percorsi fino ad oggi fatti e i risultati ottenuti”. Lo ha annunciato l’assessore regionale al lavoro, formazione, università e ricerca Alessia Rosolen alla prima delle giornate “Spazio Impresa” organizzate al Parco scientifico di Udine. Non poteva quindi cominciare sotto migliori auspici l’iniziativa organizzata da Friuli Innovazione per far incontrare imprese e ricercatori e far conoscere al sistema imprenditoriale le opportunità che si possono cogliere al Parco scientifico di Udine. Quello dell’Ict, infatti, con l’incubatore Techno Seed, è uno dei settori fondamentali nei quali opera Friuli Innovazione che si è distinto – come ha spiegato il suo presidente Furio Honsell – “per aver saputo coniugare le vocazioni territoriali con le competenze dell’Università di Udine, l’unico ateneo d’Italia ad essere nato a seguito di una forte pressione popolare e che persegue la propria azione di trasferimento tecnologico attraverso Friuli Innovazione”.

Fortemente legati al territorio anche gli altri settori di intervento di Friuli Innovazione e del Parco per i quali – come ha spiegato il direttore Fabio Feruglio – sono state organizzate delle giornate dedicate che si concluderanno il 24 giugno: la metallurgia, l’ambiente, il legno, la domotica, l’agroalimentare nel quale spicca l’Istituto di Genomica Applicata.

Ma l’assessore Rosolen, alla sua prima vista ufficiale al Parco scientifico e tecnologico di Udine, del quale ha dichiarato di apprezzarne il lavoro e i risultati conseguiti in pochi anni di vita, non si è limitata a parlare solo di Ict. Nel suo intervento ha delineato quali saranno le politiche della Regione su ricerca e università. Una politica volta a incentivare lo spirito di collaborazione fra Università e centri e enti di ricerca anche attraverso una loro riorganizzazione, ricalibratura e una vero e proprio ridisegno del sistema universitario e della ricerca del Fvg dopo un censimento delle istituzioni pubbliche e private che fanno ricerca. Sarà elaborata anche una graduatoria e saranno analizzate le ricadute della ricerca sulla società regionale. Saranno istituite una Borsa internazionale delle idee, un tavolo di lavoro multiregionale che stimoli progetti di ricerca anche con le regioni del Veneto e della Lombardia. Saranno inoltre riequilibrati i fondi regionali destinati alla ricerca scientifica e umanistica, attualmente squilibrati sulla prima e sarà analizzato il sistema universitario e della ricerca alla ricerca di eventuali doppioni che saranno eventualmente eliminati. Il programma triennale della ricerca sarà riscritto e semplificato. Al termine dell’intervento l’assessore Rosolen, accompagnata dal presidente di Friuli Innovazione Furio Honsell e dal direttore Fabio Feruglio, ha visitato i laboratori e le imprese insediate al Parco.

I lavori della mattinata sono proseguiti con relazioni incentrate sulle opportunità di finanziamento europeo per le imprese nel settore Ict, sui distretti e cluster Ict e bioinformatica con interventi di relatori prestigiosi come Mauro Facchini, funzionario della Commissione Europea, Iacopo De Angelis, funzionario dell’Apre (Agenzia per la Promozione Europea), Glenn Barrowman, responsabile del West Midlands Ict Hub di Birmingham, Mario Passone della Camera di commercio di Udine per il Distretto delle tecnologie digitali, Alberto Policriti, responsabile del laboratorio di Bioinformatica dell’Iga di Udine, Elia Stupka, responsabile del laboratorio di Bioinformatica del Centro di biomedicine molecolare di Trieste.

Nel pomeriggio tavola rotonda sul tema “Ict in Friuli Venezia Giulia” e uno spazio dedicato agli incontri one-to-one tra aziende del settore interessate alle tecnologie Ict. Fra i relatori Fabio Feruglio, direttore di Friuli Innovazione, Luigi Gregori, responsabile del gruppo delle imprese informatiche dell’Associazione Industriali di Udine; Carlo Tasso, preside della facoltà di Scienze dell’Università di Udine, Gian Luca Gortani, direttore Confartigianato Udine; Adriana Sonego dell’Itis Kennedy di Pordenone gestore del Polo formativo Ict Fvg, Fulvio Sbroiavacca, direttore del Centro R&S Insiel, Domenico Mangiacapra, titolare di QNet Srl in rappresentanza dell’Api; Diego Minen, direttore tecnico della VI-Grade, Alberto Di Noia titolare di Intercom Solutions, in rappresentanza della Cna di Udine.

Home page