Italiano | English A A A | site map
menu ≡

Ict, contro la crisi progetto Italia - Austria. Presentato al Parco di Udine

Stampa questa pagina Invia questa pagina Facebook Twitter

16/02/2009

Un’area vasta che comprende il Fvg e la Carinzia che collaborerà attraverso un progetto Interreg da 1,5 milioni di euro, del quale Friuli Innovazione è capofila, per creare nuova occupazione attraverso lo sviluppo dell’Ict. E’ questo, in estrema sintesi, il progetto transfrontaliero Italia-Austria “Tri Ict, cooperazione tra piccole e medie imprese innovative, utilizzatori avanzati e organizzazioni di supporto nel settore dell’Ict”, presentato questa mattina al Parco scientifico e tecnologico di Udine.

Un progetto condiviso e apprezzato dallo stesso presidente della Regione Renzo Tondo che proprio la scorsa settimana s’era incontrato con il vice Governatore della Carinzia per discutere di progetti di sviluppo delle due aree, come ha ricordato Giuseppe Napoli della Regione Friuli Venezia Giulia, che, intervenendo, ha portato i saluti del presidente. “Pensiamo – ha detto Napoli - che investire in ricerca e innovazione, in settori avanzati, spingendo le piccole imprese a collaborare in progetti di ricerca con altri imprenditori, anche carinziani, sia il miglior investimento per rilanciare economia ed occupazione”.

“Il settore dell’Ict in Fvg e in Carinzia – lo ha evidenziato il direttore di Friuli Innovazione Fabio Feruglio – è significativo (2.400 imprese con 7.500 dipendenti in Fvg, 380 imprese con 6.700 dipendenti in Carinzia) rappresenta una discreta realtà con margini di crescita significativi. Questo progetto – ha aggiunto – va ad implementare altre iniziative ormai avviate come il Distretto delle tecnologie digitali, Techno Seed, VI Grade e l’Acceleratore di imprese, creando così un sistema integrato che può far diventare questa area la Silicon Valley d’Europa”.

Tri Ict – come hanno spiegato Karl Hren del KWF di Klagenfurt, Claudia Prueggler del Lakeside labs GmbH di Klagenfurt e Paolo Omero dell’Università di Udine - punta a mettere in rete le piccole e medie imprese dell’area transfrontaliera offrendo opportunità di collaborazione e di business nel settore dell’Information and Communication Technology. Tri Ict inoltre metterà in contatto l’offerta di soluzioni innovative da parte di queste Pmi con la domanda di tecnologie espressa da utilizzatori medio grandi - imprese e amministrazioni pubbliche – favorendo nuove opportunità di mercato. Collaborano al progetto le Università di Udine, Trieste e Klagenfurt, le società Lakeside Labs e Sviluppo Italia.

Home page