Italiano | English A A A | site map
menu ≡

Insediata al Parco aiuta l'infanzia in Ciad

Stampa questa pagina Invia questa pagina Facebook Twitter

06/03/2009

C’è spazio anche per la solidarietà al Parco scientifico e tecnologico di Udine verso le popolazioni dell’Africa e in particolare nei confronti dell’infanzia del Ciad. La Turval Laboratories, specializzata nella ricerca e nella produzione di probiotici, utilizzati tra l’altro anche dai militari dell’esercito italiano che partecipano alle missioni all’estero, ha aderito al progetto internazionale “pediatri ed infermieri all’ospedale in Ciad”. L’iniziativa ha l’obiettivo – come ha spiegato il colonello Antonio Masetti, ufficiale medico della direzione generale Sanità militare intervenendo a San Benedetto del Tronto per lo stage formativo sulle patologie specifiche dell’Africa sub-sahariana – alla formazione del gruppo di lavoro “pediatria per le maxiemergenze” che ha sua volta formerà il personale sanitario che opera nell’ospedale italiano di N’Djamena.

“Abbiamo voluto esserci anche noi in qualità di sponsor e di relatori – ha spiegato Alessandro Turello della Turval – unica azienda italiana del settore, sia come atto di solidarietà per una parte del mondo che soffre da troppi anni sia come momento di crescita umana e professionale”. L’iniziativa è stata organizzata dalla Società italiana medici emergenza pediatrica e sostenuto del Senato della repubblica attraverso l’associazione onlus Mamma Italia. Al seminario di San Benedetto del Tronto per la Turval era presenti la dott.ssa Alessia Lugano che ha svolto una relazione sul ruolo protettivo dei probiotici e la dr.ssa Teresa De Monte di Tolmezzo che ha tenuto un relazione sull'uso dei probiotici nelle patologie gastrointestinali in pediatria. Soddisfazione per l’iniziativa di solidarietà internazionale è stata espressa dal vice presidente di consorzio Friuli Innovazione Alberto Toffolutti e dal direttore Fabio Feruglio.

Home page