Italiano | English A A A | site map
menu ≡

Nuove opportunità per le imprese con il progetto Tri ICT Fvg-Carinzia

Stampa questa pagina Invia questa pagina Facebook Twitter

05/12/2008

In un momento di grave crisi economica e finanziaria, nuove opportunità di business per le imprese del Fvg grazie a Tri Ict, il progetto Interreg Italia-Austria del quale Friuli Innovazione è capofila e che mette a disposizione 1 milione e 500 mila euro e che ha l’obiettivo di mettere in rete le piccole e medie imprese transfrontaliere sotto il minimo comune denominatore dell’Ict (Information and Communication Technology). Energie rinnovabili, biotecnologie, telecomunicazioni, ma anche protezione civile, sanità, turismo e trasporti sono i settori individuati nel secondo incontro tra i partner di progetto che si è tenuto al Parco Scientifico di Udine, settori sui quali è possibile sviluppare concretamente opportunità di cooperazione tra Friuli Venezia Giulia e Carinzia. Molto interessanti le potenzialità del progetto. Sono infatti stimati almeno in 100 le imprese che potranno essere coinvolte nella prima fase e almeno e 12 le idee selezionate per l’avvio di progetti di cooperazione transfrontaliera nel settore Ict, che contribuiranno a promuovere investimenti e joint venture e ad accelerare la crescita economica in Carinzia e Friuli Venezia Giulia.

“Abbiamo definito – spiega Romina Kocina, coordinatrice del progetto per Friuli Innovazione – le linee di azione della prima fase del progetto, che consiste nell’analisi di domanda e offerta di tecnologie avanzate da parte delle Pmi transfrontaliere”. L’analisi è stata effettuata attraverso il metodo dei Lead Users, individuando, cioè, degli “utenti campione” esemplificativi delle esigenze delle loro categorie: industria dei trasporti, sanità, ambiente, sicurezza e protezione civile, cultura, eGovernment, eInclusion, comunicazioni, turismo, biotecnologie ed altre. Una volta mappata la domanda di Ict, le esigenze dei Lead Users saranno rese note a potenziali fornitori di soluzioni tecnologiche, pubblici o privati, con i quali saranno strutturati progetti di cooperazione imprenditoriale transfrontaliera.

Oltre ad individuare gli utenti potenziali delle due regioni partner, nella riunione sono state definite le attività di promozione del progetto. Il lancio ufficiale si terrà il 26 gennaio 2009 a Udine; in quell’occasione sarà anche avviato il portale di Tri Ict, che non sarà solo una vetrina del progetto ma uno strumento funzionale all’attivazione delle collaborazioni, una vera “piazza virtuale” – con tanto di video presentazioni on-line - per l’incontro tra Lead Users e imprenditori.

Ha partecipato per la prima volta ai lavori, oltre ai rappresentanti di Bic Fvg, Università di Udine e di Trieste, Lakeside Labs e Università di Klagenfurt, partner del progetto, anche il professor Martin Hitz, preside della Facoltà di Scienze Matematiche dell’Università di Klagenfurt. La riunione è stata anche l’occasione per il professor Hitz di incontrare il preside della facoltà di Scienze Matematiche di Udine, Carlo Tasso, in vista di una prossima collaborazione tra i due dipartimenti.

Home page