Italiano | English A A A | site map
menu ≡

Rosolen, Techno Seed sfida vinta coerente alle politiche regionali

Stampa questa pagina Invia questa pagina Facebook Twitter

08/04/2009

“Techno Seed è una sfida vinta da un intero sistema, un esempio di come Università, ricerca, centri di trasferimento tecnologico, sistema bancario, risorse pubbliche e private, intelligenze e soprattutto la voglia di emergere dei giovani, possa dare una risposta concreta alla crisi economica creando in poco più di due anni 15 imprese fortemente innovative con quasi 80 addetti e che hanno fatturato oltre 1 milione di euro”. Lo ha evidenziato Alessia Rosolen, assessore regionale al lavoro, università e ricerca concludendo la prima parte dei lavori del seminario che ha di fatto sancito la conclusione di Techno Seed, progetto ideato – lo ha ricordato il presidente di Friuli Innovazione Furio Honsell - nel 2001 e gestito magistralmente da Cristiana Compagno con la collaborazione di Elisa Micelli. “Un successo – ha aggiunto Honsell - che ci deve impegnare a seminare continuamente perché i frutti non si vedono mai immediatamente, ma a medio-lungo termine”.

Il rettore Cristiana Compagno ha ricordato che Techno Seed è stata una sfida raccolta dall’allora Rettore Furio Honsell e che l’incubatore d’imprese innovative assistite nella fase di start up si è sviluppato su tre coordinate: formazione, tutoring tecnologico e tutoring imprenditoriale. Fortemente innovativo anche il Fondo rotativo per le start up: un sistema di finanziamento aggiuntivo, unico in Italia, coordinato da Mediocredito e con il sostegno di Friulia, che coinvolge i principali istituti di credito (la Federazione delle Bcc, FriulAdria, Cassa di Risparmio del Fvg, Banca di Cividale e Nordest Banca).

Il progetto, finanziato dal ministero dello Sviluppo Economico promosso da Friuli Innovazione, Università di Udine e Ires, non morirà. “Ha dato vita – lo ha spiegato il direttore di Friuli Innovazione Fabio Feruglio - a un nuovo progetto, In Fvg che ha come obiettivo la creazione di nuove imprese non solo nel settore Ict”. Il progetto è finanziato dalla Regione con 500 mila euro in tre anni, come ha ricordato la stessa Rosolen che ha annunciato anche l’intenzione di risolvere il problema del finanziamento della gestione amministrativa di Friuli Innovazione. I lavori sono proseguiti con una tavola rotonda coordinata da Alberto Toffolutti, vice presidente di Confindustria Udine, nel corso della quale i 15 imprenditori hanno raccontato la loro esperienza.

Home page