Italiano | English A A A | site map
menu ≡

SME week: ieri il primo evento al Parco

Stampa questa pagina Invia questa pagina Facebook Twitter

08/05/2009

“L’internazionalizzazione delle imprese e la mobilità dei giovani imprenditori, unitamente a ricerca e innovazione, sono l’arma principale per uscire della crisi, con investimenti di medio e lungo termine. I progetti dell’Ue, Exe Prize e della Regione, In-Fvg, vanno in questa direzione e rappresentano una grande opportunità per il sistema imprenditoriale friulano, per l’Università e per Friuli Innovazione”. Furio Honsell, presidente di Friuli Innovazione non ha dubbi e indica nei progetti come quelli illustrati ieri al Parco scientifico nel corso della prima delle tre giornate che Friuli Innovazione ha voluto dedicare alle PMI nell’ambito della Settimana Europea, percorsi formativi virtuosi che aprono gli imprenditori e le imprese a nuove opportunità, stimoli, rapporti e conoscenze.

Sulla stessa linea Dietrich Rometsch, funzionario della Commissione Europea Impresa e Industria, che ha illustrato il programma pilota Erasmus per giovani imprenditori: “Sono moltissime le PMI in Fvg, molte di buon livello, ma pochissime sono internazionalizzate. Con Erasmus c’è l’occasione per i giovani imprenditori e per quelli di secondo o terza generazione, che hanno idee innovative e vincenti, di trascorrere da uno a 6 mesi nell’impresa di un imprenditore affermato dell’Ue per imparare in pochissimo tempo le tecniche imprenditoriali in possesso dell’imprenditore affermato il quale trarrà vantaggi dall’apprendere le idee innovative in possesso del giovane in un processo di trasferimento circolare di saperi fra generazioni, Paesi e imprenditori. Chi volesse fare questa esperienza – ha concluso – è sufficiente si rivolga a Friuli Innovazione”.

Nel corso del seminario, intitolato “The perfect match! I vantaggi e le modalità di azioni transnazionali tra giovani imprenditori e imprenditori affermati”, dedicato in particolare alle tematiche di start up, sono state presentate dal direttore di Friuli Innovazioni Fabio Feruglio le azioni in atto per il trasferimento tecnologico per nuovi prodotti e processi e l’esperienza dell’incubatore di impresa Techno Seed e il progetto “In-Fvg”; da Claudia Baracchini, project manager di Friuli Innovazione e coordinatore Exe, l’esperienza di Exe Prize e da Mészáros Mónika Alíz, di EEN - ITD Hungary Zrt, partner Exe Prize, le esperienze in corso in Ungheria. Fra i presenti, rappresentanti del Parco scientifico di Lubiana e della locale università. Sono oltre una quarantina le richieste di partecipazione al progetto Exe Prize, di cui circa 30 da parte di giovani imprenditori e il resto da parte di imprese già affermate interessate ad ospitarli. E proprio gli imprenditori friulani hanno dato prova di maggior apertura e disponibilità, facendo registrare il numero più alto di imprese (otto) interessate a ospitare un giovane europeo per svolgere un'esperienza diretta a contatto con le dinamiche del "fare impresa".

Home page