Italiano | English A A A | site map
menu ≡

Tariffe bloccate per gli insediati al Parco

Stampa questa pagina Invia questa pagina Facebook Twitter

01/04/2009

Nonostante il mancato finanziamento della Regione, il Parco scientifico tiene duro e non ritocco le tariffe. Rimandare di un anno l’applicazione delle nuove tariffe è infatti la decisione che ha assunto il Nucleo di valutazione, riunitosi recentemente al Parco scientifico di Udine. La proposta è stata portata all’esame del Consiglio di amministrazione di Friuli Innovazione. “La decisione – ha spiegato il vice presidente di Friuli Innovazione Alberto Toffolutti – è stata assunta in considerazione della grave situazione economica che stiamo attraversando e per dare un segno concreto verso le imprese insediate”.
E’ stata quindi accantonata la determinazione assunta nel 2007 che prevedeva un piano di incremento annuale per adeguare la situazione a quella di altre realtà simili. “Abbiamo proposto al Cda – spiega il direttore di Friuli Innovazione Fabio Feruglio - di applicare alle aziende in scadenza di contratto nel 2009 una tariffa aumentata sostanzialmente del solo adeguamento Istat (2-3%) congelando di fatto il piano di adeguamento dei costi (era previsto un aumento di oltre il 10%) fino al prossimo anno.
Ma non è questa l’unica novità. Non tutti i contratti delle imprese insediate – sono 17 - saranno rinnovati. E’ stata infatti accelerato il processo di rotazione delle imprese insediate, per favorire nuovi ingressi. Anche se il progetto di ampliamento del Parco procede nel rispetto dei tempi, il Nucleo di Valutazione ha infatti deciso di accogliere subito nuove richieste di insediamento (una sarà proposta al prossimo Cda) e di razionalizzare gli spazi dando priorità agli insediati e alle imprese che lavorano al di fuori del Parco. Fra queste il Demo Center del Distretto delle tecnologie digitali. Hanno partecipato ai lavori del Nucleo di valutazione, oltre a Feruglio, Alessandro Trovarelli dell’Università di Udine, Piergiorgio Menia, in rappresentanza di Area Science Park, e Elisa Micelli di Friuli Innovazione.

Home page