Italiano | English A A A | site map
menu ≡

D4 – InnovarèImpresa

Il progetto
Il progetto INNOVAREéIMPRESA è stato presentato alla Regione Friuli Venezia Giulia a Marzo 2006, nell'ambito del quadro dell’asse D – Obiettivo 3 (2000/2006) del Fondo Sociale Europeo, Misura 4 volta al “miglioramento delle risorse umane nel settore della ricerca e dello sviluppo tecnologico", in linea con le politiche regionali finalizzate a favorire la costruzione di un sistema regionale dell’innovazione basato sulla diffusione nelle imprese della cultura dell’innovazione.
Approvato con delibera regionale del 7/7/2006, il progetto ha preso avvio nel mese di novembre 2006 e si è concluso il 31 marzo 2008.
INNOVAREéIMPRESA aveva l'obiettivo di favorire lo sviluppo di processi innovativi all’interno di aggregazioni di piccole e microimprese (riunite in gruppi omogenei per settore, area geografica o problematica aziendale) attraverso lo sviluppo di progetti di ricerca che le imprese promuoveranno grazie al supporto e alla consulenza di borsisti (ricercatori), individuati e selezionati sul territorio nell’ambito del progetto stesso.

I partner
L’ente in qualità di capofila è lo IAL FVG

Gli altri partner coinvolti:

  • Friuli Innovazione
  • Confartigianato Udine
  • Confartigianato Pordenone
  • Job&School


Le fasi di sviluppo
Il progetto ha previsto 5 fasi:

  • fase 1: individuazione di panel omogenei di imprese e predisposizione del disegno di ricerca per l’analisi dei fabbisogni; nel dettaglio l’attività consiste in un incontro con le imprese per la presentazione dell’iniziativa, nell’invio del questionario alle aziende interessate, nella successiva analisi delle risposte ottenute e nella selezione e suddivisione delle imprese.
    Responsabile della fase di progetto: Friuli Innovazione
  • fase 2: organizzazione dei 7 seminari informativi finalizzati a fornire più dettagliate informazioni sul progetto.
    Responsabili della fase di progetto: Confartigianato Udine
  • fase 3: organizzazione dei gruppi di discussione sulla base dei temi di interesse emersi dall’analisi dei questionari e selezione dei panel di imprese. Realizzazione di incontri tra le aziende e consulenti, docenti o ricercatori esperti nelle tematiche/problematiche evidenziate dalle imprese.
    Responsabile della fase di progetto: Friuli Innovazione
  • fase 4: project-work, tale attività consiste nell’individuazione del profilo professionale del borsista che, in seguito, opererà presso le aziende realizzando operativamente un progetto di sviluppo a favore del gruppo di aziende aggregate.
    Responsabili della fase di progetto: Ial Fvg
  • fase 5: realizzazione del Piano di comunicazione e diffusione dei risultati.
    Referente della fase di progetto: Confartigianato Udine


I risultati
L’attività iniziale è stata quella di raccogliere le adesioni delle imprese al progetto attraverso la compilazione del questionario di ricerca. Una volta individuato un gruppo consistente di imprese partecipanti (127 in totale), le aziende sono state suddivise in panel, ovvero in sotto-gruppi, sulla base della tipologia di attività svolta o della manifestazione di esigenze e criticità comuni. Ciascun panel è stato poi coinvolto attraverso momenti di discussione e confronto, i focus group, all’interno dei quali con il supporto di docenti, ricercatori e consulenti esperti si sono sviluppate riflessioni ed approfondimenti sui fabbisogni identificati dalle imprese e si sono poste le basi per l’individuazione di proposte progettuali d’intervento. Tali soluzioni sono state tradotte in progetti operativi (o project-work) realizzati con il supporto di ricercatori (borsisti di ricerca) assegnati ai singoli cluster aggregati, che aiuteranno le imprese a superare le loro criticità attraverso l’attuazione di progetti di sviluppo competitivo.

I risultati in sintesi:

  • n. 127 aziende hanno compilato il questionario di ricerca;
  • n. 12 panel, sotto-gruppi in cui sono state suddivise in via preliminare le 127 aziende in base ai due parametri: settore di attività (artigianato artistico, agro-alimentare, ICT, legno e arredo, impiantisti, meccanica, costruzioni edili, chimica, terziario) e tematiche di interesse segnalate (R&S settore materiali, R&S come project-management e aggregazione/partnership per sviluppo nuovi prodotti);
  • n. 12 cluster che si sono consolidati, aggregandosi attraverso la partecipazione ai focus-group (1 artigianato artistico, 1 agro-alimentare, 4 ICT, 2 legno e arredo, 2 impiantisti, 2 R&S);
  • n. 63 aziende per i quali sono stati attivati 15 project-work;
  • n. 12 distinti cluster di imprese aggregate che hanno portato all’attivazione di 15 project-work, infatti in 3 casi specifici il singolo progetto è stato suddiviso in 2 project-work distinti, data la diversità di conoscenze/competenze richieste e la loro necessaria complementarietà per la realizzazione del progetto di sviluppo stesso.

Contatti
Claudia Di Benedetto
T +39 0432 629924

E claudia.dibenedetto@friulinnovazione.it